Titolo del sito

LA PSICOTERAPIA COGNITIVO-COMPORTAMENTALE

 

Si sviluppa negli anni ’60 con due terapeuti di formazione psicoanalitica:  Aaron Beck (1967) e Albert Ellis (1989) Si tratta di una terapia che nasce direttamente dalla clinica come METODO DI CURA in particolare come cura della DEPRESSIONE E DEI DISTURBI D’ANSIA. Si uniscono la corrente psicologica del comportamentismo basata sull’attenzione al metodo scientifico applicato alla pratica clinica e alle tecniche del comportamento che evidenziano l’importanza dei pensieri, delle interpretazioni e degli schemi personali di ognuno di noi.

Le caratteristiche della psicoterapia cognitivo-comportamentale sono:

  • MIRATA ALLO SCOPOall’inizio della terapia,  dopo una approfondita valutazione diagnostica, vengono concordati gli obiettivi da raggiungere, viene stabilito un piano di trattamento che si adatti alle esigenze del paziente, vengono previsti i tempi e le modalità di verifica per il raggiungimento dei cambiamenti auspicati;

  • ATTIVA:  sia il paziente che il terapeuta giocano un ruolo attivo nella terapia. Il terapeuta cerca di insegnare al paziente ciò che si conosce dei suoi problemi e delle possibili soluzioni ad essi. Il paziente, a sua volta, lavora al di fuori della seduta terapeutica per mettere in pratica le strategie apprese in terapia, svolgendo dei compiti che gli vengono assegnati volta per volta. Il terapeuta svolge un ruolo attivo nella soluzione dei problemi del paziente, intervenendo spesso e diventando talvolta “psico-educativo” per poter indirizzare il paziente verso il raggiungimento degli obiettivi proposti;

  • COLLABORATIVA:  paziente e terapeuta lavorano insieme per capire e sviluppare strategie che possano indirizzare il paziente alla risoluzione dei propri problemi. Entrambi sono attivamente coinvolti nell’identificazione delle specifiche modalità di pensiero che possono essere causa dei vari problemi. Il terapeuta aiuterà il paziente a capire come poter modificare abitudini di pensiero disfunzionali e le relative reazioni emotive e comportamentali che sono causa di sofferenza

  • CENTRATA SUL PRESENTE:  il lavoro terapeutico, soprattutto quando mirato alla soluzione di sintomi specifici, si basa sull’elaborazione di quello che succede nella vita attuale della persona. L’attenzione al passato e alla storia personale rimane un punto fondamentale, ma normalmente la terapia cerca innanzitutto di far uscire il paziente dai paradossi mentali in cui è caduto.

  • A BREVE TERMINE:   soprattutto per quanto riguarda la vasta gamma dei disturbi d’ansia e dei disturbi dell’umore. Il terapeuta è generalmente pronto a dichiarare inadatto il proprio metodo nel caso in cui non si ottengano almeno parziali risultati positivi valutati dal paziente stesso. La durata della terapia varia di solito dai tre ai dodici mesi, a seconda del caso, con cadenza il più delle volte settimanale. Problemi psicologici più gravi, come psicosi e disturbi di personalità, che richiedano un periodo di cura più prolungato, traggono comunque vantaggio dall’uso integrato della terapia cognitiva, degli psicofarmaci e di altre forme di trattamento.

  • INTEGRABILE E FLESSIBILE: Nei casi di particolare gravità si presta a sinergie con il trattamento psicofarmacologico; rappresenta inoltre un riferimento teorico e strategico centrale nei programmi complessi di riabilitazione psicosociale per pazienti psichiatrici;

  • SCIENTIFICAMENTE FONDATA: È stato dimostrato attraverso studi controllati che la terapia cognitivo-comportamentale costituisce una terapia efficace per numerosi problemi di tipo clinico (attacchi di panico, fobie, ansia generalizzata, disturbo ossessivo-compulsivo, disturbo post traumatico da stress, depressione, disturbo bipolare, disfunzioni sessuali, disturbi alimentari e di personalità)  e per problemi psicopatologici dell’età evolutiva, adulta e a nell’anziano. E’ stato dimostrato che la TCC è efficace almeno quanto gli psicofarmaci nel trattamento della depressione e dei disturbi d’ansia, ma assai più utile nel prevenire le ricadute.

 

Per informazioni e prenotazioni:

Dott.ssa Morandini Marzia Psicologa Psicoterapeuta Cognitivo Comportamentale

Recapito telefonico : 327.8780379

Indirizzo mail: marzia.morandini@gmail.com
 

 

 

 

Psicologa Psicoterapeuta Cognitivo Comportamentale

 

MARZIA MORANDINI

 

Tel: 0039 327.8780379

  • White Facebook Icon
  • White Twitter Icon
  • White Pinterest Icon
  • White Instagram Icon